+019 019 838 6453

aiassv@tin.it

disturbo non specifico di apprendimento

Il Disturbo non Specifico di Apprendimento riguarda difficoltà di apprendimento in relazione a capacità cognitive al di sotto della media e/o a patologie di vario tipo:

– sensoriali, come per esempio la sordità o forti difficoltà visive;

– neurologiche, come per esempio l’epilessia;

– genetiche, come alcune sindromi genetiche;

– organiche in genere, come per esempio l’ipotiroidismo;

– psicologiche (disturbi psicopatologici primari).

In queste situazioni le difficoltà sono spesso generalizzate, quindi non solo nelle competenze “di base”, cioè nella lettura, scrittura, matematica, ma anche nei processi logici.

Siamo, infatti, a volte, in presenza di capacità cognitive non adeguate alla media, anche se non in ritardo: collocabili cioè, nella cosiddetta “fascia inferiore” della media o “ai limiti” del ritardo cognitivo.

Anche nel ritardo cognitivo sono presenti difficoltà di apprendimento: esse sono però più conseguenti al ritardo stesso, anche se in questo campo, vi è comunque una grande variabilità tra una situazione e l’altra, con differenti profili neuropsicologici.

cookieassistant.com